La magia delle parole

Ti piacciono gli animali? Sai da dove deriva la parola Animale?
Dal latino “animal” indica un essere con una propria anima e dal greco “anemos” deriva da vento, soffio. Forse è per questo che Papa Francesco ha recentemente affermato che anche gli animali vanno in paradiso.
Io ho due gatti e necessitano di pulizie, quasi regolarmente.
Una sera mi stavo lamentando di quante volte occorre pulire loro le orecchie, lavare gli occhi e pulire la cassetta..uffa..uffa..e uffa…”ma i gatti dovrebbero farlo da soli!!”continuavo a ripetere..e uffa..e uffa…continuavo a sbuffare.
Ad un certo punto la mia amica pronuncia le parole magiche “Guarda che non li pulisci soltanto, tu te ne prendi cura!”.

A volte basta una parola per vedere quello che prima non riuscivamo a vedere, per stravolgere il significato di un certo evento e vivere altre emozioni.
Diamo per scontato troppe cose, pensiamo che tutto rimarrà uguale, che non ci possa essere una soluzione, un’ altra alternativa. Lo facciamo troppo spesso e ci accorgiamo di questo comportamento solo quando succede qualcosa di potente, qualche situazione che magari ci scuote e allora ritroviamo il valore anche per le piccole cose.
Ed ecco che una frase di un’amica o di un amico anche se distante, ti può fare ritrovare l’entusiasmo e la fiducia, certe parole pronunciate da chi ami, rappresentano l’amore allo stato puro, anche quello che ci diciamo può farci vedere la situazione in maniera completamente diversa.
In PNL si chiama Dialogo Interno e può essere limitante o potenziante.
È’ il continuo dialogo che abbiamo con noi stessi ed è formato da pensieri, immagini, frasi.

Ti rendi conto di quanto le parole che usi ti influenzano durante la giornata, nella tua vita?
“Non c’è niente da fare, non ci riuscirò mai”, “io non valgo niente”, ”sono un incapace” , “gli altri sono migliori di me” , “nessuno mi capisce” , “è difficile e faticoso”, “ho paura”, “è tutto sbagliato”, “c’è la crisi”, “la gente è cattiva”, “non cambierà mai niente”..
Questo tipo di linguaggio rafforza ancora di più la situazione negativa e lo stato d’animo in cui ti trovi.
Pensa alle parole che usi, fermati un attimo per favore sul tuo modo di parlare, sulle frasi che pronunci, sulla scelta dei termini, dei vocaboli, dei verbi..è probabile che certe tue parole ti aiutano a trovare risorse dentro di te e a cambiare o gestire meglio la situazione e altre invece fanno proprio il contrario.

Ci sono momenti in cui le parole possono diventare pesanti come pietre, taglienti come coltelli e in altri le parole salvano, consolano, coccolano, tolgono tensione.
Se ci ascoltiamo quando parliamo stiamo rappresentando un mondo e non è mai per caso, è perché dentro di noi c’è proprio quello, creiamo delle immagini precise nel cervello e tutto questo ha un impatto su di noi e non solo.
Se cambi le parole, cambi anche le sensazioni che puoi avere.
Provaci!
Fallo con te stesso, allenati a farlo con tua moglie, tuo marito, con i tuoi genitori, fratelli, sorelle, amici, colleghi, figli..
Fammi sapere come va, ok?

Ora ti saluto, vado a prendermi cura dei miei gatti.
Enrica

«Le parole che pronunci con convinzione emotiva diventano la vita che vivi, il tuo paradiso oppure il tuo inferno» Anthony Robbins

“Quello che fai nella tua mente, genera delle emozioni. Se cambi quello che fai nella tua mente anche le sensazioni e l’emozioni che percepisci cambieranno” Richard Bandler

Commenti Facebook

Leave A Response

* Denotes Required Field